BlogFest allo Zafferano

Dalla giornata di ieri alla BlogFest ho capito di non avere l’anima della blogger, così felicemente sospesa fra libri che odorano di carta e una redazione online. Ragionavo sull’importanza in questi casi di avere delle etichette professionali, su lavori cossì diversi, su cosa fare ad ottobre di bello in ufficio, sulle blogger con cui volevo farmi un aperitivo proprio perchè siamo così divere…. Poi Giallo Zafferano ha vinto come miglior blog di cucina. E ho capito che anche se mi ci interrogavo io, gli “altri” non ci avrebbero comunque capito un c***o…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...